builderall

Sai che la maggior parte delle bollette sulla Tassa Rifiuti (Ta.Ri) che ricevono le aziende in Italia sono sbagliate e spesso maggiorate di oltre il 300% rispetto all’importo corretto ?  

(Tutte però, sono convinte di pagare il giusto perché pensano che il tributo venga inviato e "controllato" dal comune…d’altronde, se non fosse così, chi le pagherebbe?)

CONSULENZA GRATUITA:
Analizziamo insieme (gratis) la bolletta sulla TA.RI. della tua attività e capiamo se gli importi richiesti sono corretti oppure se appaiono maggiorati rispetto al dovuto;

Analizziamo (Gratis) la bolletta sulla Tassa Rifiuti (Ta.Ri) della tua attività
 Capiamo insieme (Gratis) se hai fatto richiesta per tutte le agevolazioni previste dalla normativa

 Capiamo insieme (Gratis) se sono state applicate tutte le esenzioni previste dalla normativa

 Capiamo insieme (gratis) se tutte le agevolazioni ed esenzioni previste dal nuovo Decreto Legislativo N° 116 del 03/09/2020 sono state applicate per ridurre la tua bolletta;

N.B: tutte queste riduzioni ed esenzioni, anche le ultime più recenti, sono applicate SOLO su esplicita richiesta da parte dell’azienda e NON concesse automaticamente dal comune che invia il tributo da pagare!

Vuoi capire GRATIS se puoi richiedere esenzioni, agevolazioni e rimborsi per la tua attività?
Clicca sul bottone verde qui in basso e prenota una consulenza gratuita!

Alcuni risultati ottenuti con i nostri clienti

Abbiamo ottenuto una riduzione degli importi accertati pari a 700.000€, ovvero il 75% dell'importo che ci era stato inizialmente richiesto

Savio Macchine Tessili S.P.A

Abbiamo ottenuto una riduzione degli importi dovuti, a partire dall'anno 2021, pari a circa il 90% 

Sider Siderurgica Industriale Bresciana S.P.A

È stato ottenuto per nostro conto il rimborso delle maggiori somme versate nelle annualità dal 2014-2018 pari al 70% di quanto richiesto dal comune, circa €18.500. 
Inoltre, Ha ottenuto, a partire dal 2019, un medesimo risparmio annuale, e, considerando che le bollette future saranno emesse con i parametri di calcolo corretti, in una prospettiva futura decennale, vi sarà un beneficio economico pari a circa 36.000€

Peroni SRL

Come funziona la Tassa Rifiuti (Ta.Ri) in Italia e perché è molto probabile che la tua attività stia pagando più del dovuto

Partiamo da un presupposto importante...

Dopo migliaia di bollette analizzate, il dato certo è che la maggioranza degli importi richiesti dai comuni italiani, sono errati e possono essere ridotti!

Questo vale sia per le bollette di piccole realtà, come ristoranti o piccole aziende produttive, sia per grandi franchising o grandi industrie, come Sorelle Ramonda, Algida, Roadhouse (clienti con i quali abbiamo ottenuto dei risparmi e rimborsi significativi).

Ora ti starai chiedendo: 



"Ma come è possibile che la bolletta sulla Ta.Ri, che è il comune ad inviarla ogni anno e il commercialista a "revisionarla", possa essere sbagliata?"

Devi sapere che in Italia la Ta.Ri viene calcolata sulla parte dell'immobile (superficie in metri quadrati) che produce rifiuti. 

Ciò include sia aree coperte (ad esempio i locali utilizzati per la produzione), sia le aree scoperte utilizzate per lo svolgimento del lavoro (ad esempio aree a cielo aperto).

A seconda della tipologia di attività e del comune, ci sono differenti tariffe da applicare sulla superficie tassabile, per ottenere l'importo che l'attività deve pagare ogni anno per la Tassa Rifiuti (Ta.Ri).

E in determinati casi è possibile richiedere delle esenzioni o riduzioni, ad esempio per uso stagionale, o per smaltimento privato dei rifiuti, dei quali beneficiano diverse tipologie di impresa

ma... 


VENGONO APPLICATE SOLO SU ESPLICITA RICHIESTA DA PARTE DEL CONTRIBUENTE 

In poche parole...


Se NON fai richiesta per le esenzioni o le riduzioni che ti spettano di diritto, continuerai a pagare sempre la stessa quota MAGGIORATA... 

Ma aspetta...

Perché questo è solo il primo (E NON UNICO) problema. 


Ora vediamo le questioni più importanti legate alla Tassa Rifiuti (Ta.Ri).

La bolletta che arriva in azienda è tarata sulla dichiarazione che tu stesso, o chi per te, ha effettuato AL MOMENTO DI APERTURA DELL'ATTIVITÀ,

Quindi...
NON viene da una verifica, ma dalla dichiarazione realizzata in precedenza. 

Questo significa che se al momento dell'apertura è stata dichiarata una superficie che in realtà poteva godere di agevolazione, la stessa viene calcolata nella Ta.Ri e arriva quindi una bolletta più alta del dovuto!


E il comune verifica e ti avverte SOLO SE paghi meno, per richiederti soldi arretrati.

Ed è un tuo compito quello di controllare e richiedere tutte le esenzioni e agevolazioni possibili.

A volte parliamo di bollette più alte anche di centinaia di migliaia di euro, 


certo... dipende dalla tipologia di attività, ma risparmiare anche 5/10/50/100.000€ all'anno non sarebbe meglio?

 E tutte le volte che cambia la normativa (a livello nazionale o locale), con nuove agevolazioni ed esenzioni, devi essere tu stesso a farne richiesta, (o qualcuno deve farlo per te).

Ma non è finita qui...

Devi poi sapere che è stato emanato il Decreto Legislativo 116 del 03/09/2020 che cambia drasticamente la legge sulla Ta.Ri e va finalmente in favore delle aziende!

In particolare è successo che: 


Diverse superfici dell'immobile, che prima venivano conteggiate nel calcolo della Tassa Rifiuti (Ta.Ri) ora sono diventate completamente esenti!

In poche parole,


Se prima pagavi la tassa su 100 metri quadrati di immobile, è molto probabile che ora tu debba pagarla solo su 60!

Grazie a questo importante decreto siamo riusciti con alcuni clienti ad ottenere un risparmio anche del 90% 

Guarda ad esempio il risultato ottenuto con l'azienda: 

Siderurgica Industriale Bresciana S.p.A,

Con la quale, grazie alla corretta applicazione di questo nuovo Decreto Legislativo, siamo riusciti ad ottenere un risparmio del 90% sulla Tassa Rifiuti 
O con l'hotel "Le Terrazze sul Lago", con il quale siamo riusciti ad ottenere un rimborso di 45.000€ per gli anni 2015-2020 e un risparmio per gli anni futuri pari a 70.000€ 
Tutto ciò grazie alla corretta applicazione della normativa!

La problematica principale è che la legge in materia cambia spesso ed è compito tuo (o di chi per te), aggiornarti ed adeguarti a tutte le nuove esenzioni e agevolazioni possibili. 


Arrivato a questo punto hai due strade davanti che puoi decidere di percorrere: 

1. Far finta di nulla e continuare a pagare, rinunciando così a tutte le esenzioni, agevolazioni e rimborsi in tuo diritto. 


2. Prenotare una consulenza gratuita, cliccando sul tasto verde qui in basso, per analizzare GRATIS la tua bolletta e capire se hai diritto ad esenzioni, agevolazioni o rimborsi. 


P.S: Trattandosi di pratiche impegnative per tutto il nostro team, affrettati a prenotare la consulenza perché possiamo aiutare solo 10 nuove aziende al mese!

Sede di Monza e Brianza

Sede legale: Via L. Pavoni, 10 20900 Monza (MB) Italia

Sede operativa: Via G. Mascherpa, 14 20841 Carate Brianza (MB) Italia

commerciale@soluzioniperte.it

Sede di Roma

Via Parioli, 91 00197 Roma Italia

commerciale@soluzioniperte.it

Policy

Privacy Policy
Cookie Policy

© Copyright Soluzioni per Te srl ©2020 - P.IVA 03970460246 - All Rights Reserved